2 menu: risparmia 25 € /
3 menu: risparmia 55 € /
4 menu: risparmia 80 €

Alimentazione sana

Vediamo come lo stress influisce sull'alimentazione.

Lo stress è una reazione psico-fisica che si verifica quando il nostro cervello percepisce una minaccia reale o presunta alla sua integrità.

Si tratta di una reazione che, nel corso dell’evoluzione, è stata fondamentale per la nostra sopravvivenza.

Infatti attiva il meccanismo di “attacco o fuga” che, di fronte ad una minaccia, ci permette di reagire rapidamente. Quando siamo sottoposti ad un fattore stressogeno, provare stress ci permette di essere più vigili e reattivi.

Se però lo stress è prolungato o ripetuto, diventa dannoso e può causare dei disturbi di varia entità. Tra questi annoveriamo:

  • Disturbi del comportamento alimentare, l'eccesso di stress può infatti causare voracità oppure inappetenza.
  • Disturbi dell’apparato digerente, ad esempio la gastrite, il colon irritabile, l’intestino pigro, la stipsi.

Per ridurre i malesseri causati dallo stress la soluzione principale è quella di eliminare il fattore stressogeno. Se ciò non è possibile, per limitare gli effetti dello stress possiamo ricorrere a tecniche di rilassamento, una sana alimentazione e, eventualmente, l’impiego di integratori. Ecco alcune generiche indicazioni sul regime alimentare di un individuo sottoposto ad eccesso di stress:

  • Seguire un’alimentazione equilibrata e varia, poiché un regime alimentare scorretto può contribuire a favorire l’insorgere dello stress.
  • Dilazionare gli alimenti in più pasti al giorno, in modo da evitare di arrivare affamati al pasto successivo e finire per abbuffarsi.
  • Controllare l’assunzione di carboidrati e, di conseguenza, limitare i picchi glicemici. Quando siamo stressati aumentiamo la produzione dell’ormone cortisolo, che, tra le altre cose, ci porta ad avere un maggior desiderio di carboidrati e rischiamo quindi di eccedere nella loro assunzione.
  • Limitare caffè o altre bevande eccitanti, ed anche gli alcolici.
  • Concedersi ogni tanto uno sfizio, ma senza esagerare con i grassi, ad esempio uno yogurt magro, un sorbetto, una fettina di torta secca.
  • Quando si sente la fame nervosa, evitare il più possibile di abbuffarsi e optare per alimenti poco calorici.

Anche in questo caso la base della corretta alimentazione per superare i disturbi dello stress è una dieta varia e bilanciata, priva di eccessi. Poi, a seconda dei disturbi del singolo individuo, il medico potrà dare indicazioni più specifiche per limitare gli effetti dello stress sul nostro organismo.

Tutti i post Scegli il tuo menu
Nutriblog