PROMOZIONE:
2 menu risparmi 23 € /
3 menu risparmi 44 € /
4 menu risparmi 66 €

Alimentazione sana

Saltare la colazione per perdere peso

Le indicazioni nutrizionali che ci vengono date sulla colazione sono spesso contrastanti, alcuni la saltano, per altri è il pasto più importante della giornata. Cerchiamo di fare un po' di chiarezza.

La colazione, così come il resto della nostra alimentazione, è influenzata dalle nostre abitudini. Alcune persone amano fare abbondanti colazioni, altre non riescono a mangiare nulla poco dopo la sveglia.

Saltare la colazione è uno dei metodi che possiamo mettere in atto per riuscire a diminuire il quantitativo di calorie assunte durante la giornata, nel caso in cui abbiamo bisogno di perdere peso.
Anche in alcune tipologie di digiuno intermittente (di cui abbiamo parlato in un altro articolo) possiamo utilizzare la strategia del non mangiare nulla a colazione, alimentandoci soltanto all’ora di pranzo e di cena. Anche se è più diffusa la pratica di concentrare i pasti nelle prime ore della giornata, saltando il pasto serale.

La colazione viene spesso nominata come il pasto più importante della giornata, perché fare una colazione equilibrata aiuta a controllare l'assunzione delle calorie e la fame nel corso delle ore successive.
Saltare la colazione a volte viene considerata una cattiva abitudine da correggere. Ma la situazione andrebbe valutata caso per caso. Consigliare un' abbondante colazione ad una persona che di mattina solitamente non ha appetito, può portarla ad assumere un quantitativo troppo elevato di calorie nell’arco della giornata. In questo caso bisogna innanzitutto valutare se l’apporto alimentare serale è elevato o tardivo e cercare di modificare in primis questa abitudine alimentare anticipando la cena e riducendo le quantità di cibo assunte alla sera.

In altri casi, invece, non mangiare nulla a colazione può arrecare conseguenze negative. Per coloro che sono abituati a mangiare di prima mattina, infatti, non fare la colazione potrebbe provocare attacchi di fame durante la mattinata, che sfociano nella ricerca di alimenti ipercalorici a merenda oppure in un pranzo abbondante, vanificando il vantaggio calorico portato dal saltare il pasto.

Per alcuni soggetti è fortemente sconsigliato saltare la colazione. In particolare, la colazione è una sana abitudine alimentare per bambini ed adolescenti, e nei soggetti diabetici la pratica di saltare un pasto potrebbe essere molto pericoloso se si assumono farmaci ipoglicemizzanti o insulina. In caso di patologie e per qualsiasi dubbio è bene chiedere al proprio medico.
Posticipare la colazione in modo tale da fare 13-14 ore di digiuno dalla cena aiuta invece a scofiggere il diabete.

Pensare che saltare la colazione riducendo le calorie introdotte nella prima parte della giorno ci permetta di dimagrire è scorretto, se è l’unica cosa che si fa per perdere peso: bisogna modificare anche lo stile di vita.

In molti casi anziché saltare la colazione è meglio modificarla. Spesso esiste un eccesso di calorie introdotte di prima mattina in seguito all’insana abitudine di fare una colazione sbilanciata, troppo ricca di carboidrati e di grassi. La parola "colazione" in realtà comprende una moltitudine di alternative, dal caffè con il cornetto, al muesli zuccherato, allo yogurt magro con la frutta secca, all’uovo con la pancetta.
Modificarne la composizione, rendendola bilanciata e togliendo gli eccessi, può già essere una buona pratica utile per diminuire le calorie ingerite e dimagrire, instaurando una sana abitudine alimentare senza dover necessariamente saltare il primo pasto della giornata.

Tutti i post